AIR-CHITETTURA

Air è il nuovo progetto architettonico di Victoria Yakusha. È una cabina abitabile, le pareti sono vetrate e sembra di essere sospesi tra il mare e il cielo. Si sta facendo strada l’idea di architettura che si assimila con il paesaggio. Ne abbiamo avuto un esempio con Birdbox, il rifugio di design sui fiordi in Norvegia e con Air, la cabina sul mare di Victoria Yakusha, ne abbiamo ulteriore conferma. In bilico su una roccia e sospesa sul mare, Air è una cabina abitabile di 48 metri quadrati, senza fondamenta che la sostengono nella parte inferiore. Il rifugio, infatti, è ancorato ad una roccia a strapiombo sul mare e si regge su un pilastro verticale di calcestruzzo, intorno al quale si sviluppano le stanze con le pareti laterali come vetrate. Il progetto nasce in Ucraina, pensato “come casa per le vacanze per un surfista, che non è estraneo allo scontro con un potente elemento della natura: l’aria”. Resta evidente che la soglia di demarcazione tra arte, architettura e violenza ambientale, è molto labile ed estremamente soggettiva. Claudio Villa 19 luglio 2020

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *