Chissà se Trump usa Gillette

La venerazione della “pistola”: l’America è particolarmente sensibile a tutto ciò che riguarda la sicurezza e la difesa dei confini. La filmografia statunitense è piena di film epici di guerra e di innumerevoli Rambo. Immense le celebrazioni per i 40 anni di Apocalypse Now, film cult sul Vietnam. Negli Usa circolerebbero oltre 357 milioni di armi da fuoco, con una popolazione di 320 milioni di persone … Nel frattempo Gillette onora gli eroi militari, in collaborazione con Operation Homefront, con la campagna “Every Hero Sweats, Some Never Show It”, celebrando le loro sfide quotidiane assistendoli nella cura del corpo. Gillette si ispira alla sua storia, legata alla prima guerra mondiale, quando il marchio fornì ai soldati americani i kit di rasoi. La mission della partnership tra Gillette e Operation Homefront: “costruire famiglie militari forti, stabili e sicure, in modo che possano prosperare nelle comunità che stanno così duramente proteggendo”. Testuali parole. Nel frattempo, la Florida, alza a 21 anni l’età d’acquisto di un’arma e finanzia, con 67 milioni, l’addestramento e l’armamento degli insegnanti nelle scuole. L’unica “explosion” che mi piace è “shave like a BOMBER” di VIERI… La labile differenza tra lo “shot” e lo “shit” marketing. Claudio Villa 19 ottobre 2019

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *